VEGA BLU VIAGGI - Livorno
Tour ECUADOR e Isole GALAPAGOS

DAL   18 MARZO 2019   AL   30 MARZO 2019


 

 

L’Ecuador è una terra di straordinaria bellezza che vanta una ricchezza naturale senza pari, con una diversità di flora e fauna tra le più alte al mondo. Si caratterizza anche per la presenza di numerosi vulcani che donano un’aura di misteriosa bellezza al paese. La capitale, Quito è un capolavoro di architettura e arte dove antico e moderno si fondono all’insegna della bellezza senza tempo che caratterizza il paese. Quito è il più grande centro coloniale di tutta l’America Latina e prima città a essere nominata Patrimonio dell’ Umanità Unesco nel 1978. Il suo cuore è la Città Vecchia, costruita sulle rovine dell’antica città Inca, unica a livello mondiale per lo stato di conservazione pressoché perfetto. L’Ecuador è anche terra di contrasti: dalle regioni dell’Amazzonia alle ripide montagne dell’entroterra fino ai colori e profumi della costa e delle Galapagos, queste ultime considerate il paradiso del viaggio naturalistico ed il tempio della biologia. Le osservazioni scientifiche sono concentrate sulla flora e la fauna terrestri di questo arcipelago vulcanico, sorto circa 3 milioni di anni fa.

 

PROGRAMMA

 

18/03/19 -  1° giorno – lunedì - Italia/Quito                                                          

Ritrovo dei partecipanti, trasferimento a Bologna e partenza con volo di linea per Quito via Amsterdam. KL1582 Bologna-Amsterdam 0630 0840 //KL 755 Amsterdam-Quito 1015 1615. Arrivo, trasferimento in hotel, cena e pernottamento

 

19/03/19-  2° giorno -  martedì - Quito                                                                                         

Prima colazione. Mattinata dedicata alla visita della splendida città di Quito, attraverso i luoghi più rappresentativi del suo centro storico, dichiarato dall’UNESCO “Patrimonio Culturale dell’Umanità” nel 1978. Quito è stata la prima città – insieme a Varsavia - a ricevere questa onorificenza. Il centro storico custodisce straordinari esempi del barocco caratteristico della scuola Quitena, come il Monastero di San Francesco, la Chiesa de la Compañía de Jesús ed il Collegio dei Gesuiti. Passeggiando tra le sue caratteristiche strade scopriremo la storia della Città, dalla sua fondazione - avvenuta in epoca pre-inca - al periodo della colonia spagnola. Pranzo in ristorante. Partenza per la "Mitad del Mundo" a 30 minuti a nord di Quito dove è stato stabilito con precisione il passaggio della linea equatoriale, che segna esattamente la latitudine 00°00'00, realizzato durante la prima metà del XVIII° secolo, dalla Spedizione Geodetica Francese, da alcuni funzionari spagnoli, ma anche dagli scienziati di Quito. Visita Museo Intiñan. Rientro a Quito, cena e pernottamento.

 

20/03/19 – 3° giorno – mercoledì - Quito/Otavalo/Quito                                   

Dopo la prima colazione partenza in direzione Nord lungo la Panamericana per visitare il mercato artigianale di Otavalo, dove sono esposti molti prodotti tipici dell’artigianato locale, tra cui ponchos, scialli, coperte, arazzi, cinture di tessuto, cappelli, amache, borse e molto altro. Visita alla Laguna Cuicocha.  Pranzo in ristorante. Rientro a Quito nel pomeriggio. Cena e pernottamento.

 

21/03/19  – 4° giorno – giovedì - Quito/Galapagos

AM– Aeroporto (Baltra)

Volo da Quito per Baltra (durata del volo circa 2 ore e ½). Accoglienza in aeroporto da parte delle guide naturalistiche e trasferimento in bus  al porto per l’imbarco sulla M/V Galapagos Legend.

PM – Isolotto Mosquera

Sbarco in acqua. L’isoletta di Mosquera si trova tra Nord Seymour e Baltra. Si tratta di un’isoletta di sabbia abitata da una grande colonia di leoni marini. È anche un luogo eccellente per osservare uccelli costieri tra cui aironi e gabbiano della lava. Sull’isola non vi è alcun sentiero o strada e i visitatori possono esplorarla con una certa libertà. Il territorio dell’isola è costituito da lava e sabbia. In alcuni punti dell’isola cresce la Sesuviumportulacastrum.

Livello di difficoltà: facile

Tipo di terreno: sabbioso

Durata: 90 minuti di camminata e snorkeling

PENSIONE COMPLETA

 

22/03/19 -  5° giorno – venerdì - Galapagos

AM–Puerto Egas (Santiago)

Sbarco bagnato sulla spiaggia di sabbia scura (cenere vulcanica) visitata da Darwin nel 1835. La prima parte del percorso è costituito da cenere vulcanica. Poi il terreno roccioso diventa parzialmente irregolare e la roccia basaltica disegna il litorale. Santiago è l’unico luogo dal terreno davvero suggestivo dalle coste stratificate. Sede di una varietà di uccelli stanziali e migratori, tra cui il bizzarro Giallo-Incoronato Nitticora, ed un’incredibile fauna marina tra cui aragoste, stelle e iguane marine che si cibano su letti di alghe al fianco di stupendi granchi colorati Sally Light foot. Le colonie di foche endemiche che nuotano in piscine di acqua fredda formate da rocce vulcaniche sono davvero uno spettacolo incredibile.

Difficoltà: media

Tipo di terreno: la prima parte piano, seconda parte semi rocciosa

Durata: 1 ora e 30 minuti di camminata / 1 ora di snorkeling

PM – Isola Rábida

Sbarco in acqua (bagnato). La spiaggia di formazione vulcanica è di colore rosso scuro e frequentata da otarie. È considerato il centro geografico delle Galapagos poiché ha la maggior varietà di rocce vulcaniche delle isole. Si possono osservare anche i “piqueros” e 9 specie di fringuelli di Darwin.

Livello di difficoltà: facile

Tipo di terreno: sabbioso – pianeggiante

Durata: 90 min. di camminata/1 ora di snorkeling/1 ora in barca

PENSIONE COMPLETA

 

23/03/19 -  6° giorno – sabato - Galapagos

AM–Baia Urbina (Isabela)

Sbarco in acqua su una spiaggia nera vulcanica. A seconda della stagione si possono trovare le tartarughe, iguane terrestri e gli insoliti cormorani terrestri. Dopo una breve passeggiata si potrà godere dello snorkeling tra tartarughe marine, leoni marini e un certo numero di pesci rossi. La coloratissima vegetazione attira molti insetti, uccelli e rettili. Tempo per esplorare la barriera corallina, risultato di attività vulcanica con splendida vista del vulcano Alcedo.

Durante la navigazione da Bahia Urbina al Tago Cove nella stagione fredda (da maggio a dicembre) è possibile vedere le balene.

Livello di difficoltà: intermedio

Tipo di terreno: piano

Durata: 1 ora e 30 min di camminata / 1 ora di snorkeling

PM – Caleta Tagus (Isabela)

Approdo asciutto sull’isola più grande delle Galapagos dove scopriremo come l’eruzione dei suoi 5 vulcani l’hanno costituita. Il sentiero conduce al cratere laguna Darwin. Vista mozzafiato di campi di lava e formazioni vulcaniche. Qui sarà possibile avvistare varie speci di uccelli come la Poiana delle Galapagos, fringuelli di terra e di albero, pigliamosche e capinere gialle.

Rientro in canoa lungo la costa piena di vita marina dove si ammira una varietà di uccelli marini come le sule, i cormorani, una grande colonia di pinguini delle Galapagos di soli 35 cm, l’unica specie al mondo che raggiunge l’emisfero settentrionale dell’Ecuador. Questi pinguini sono monogami e depongono le loro uova in piccole crepe di lava vicino a riva nelle parti più basse dell’isola. La popolazione di pinguini sull’isola raggiunge le 2.000 unità di cui molte vivono nella parte occidentale di Isabela. Altre sono sparse nel sud dell’isola. Infine, avremo la possibilità di fare snorkeling in acque profonde.  Si ritiene che i pirati del XIX secolo abbiano lasciato graffiti o scritte come segno del loro passaggio sull’isola… testimonianza intrigante del passato dell’isola.

Livello di difficoltà: intermedio

Tipo di terreno: ripido

Durata: 2 ora di camminata / 40 minuti di canoa / 1 ora di snorkeling in acque profonde

PENSIONE COMPLETA

 

24/03/19 -  7° giorno – domenica - Galapagos

AM– Punta Espinosa (Fernandina)

Punta Espinosa è l’unico punto di Fernandina da cui si potrà vedere l’Isola Isabela attraverso il Canale di Bolivar, un’area che vanta una grande diversità endemica e fauna delle Galapagos. Si potranno osservare esemplari delle più lunghe iguane di origini primitive mentre giocano con leoni marini e granchi. La visita offre l’occasione per incontrare cormorani atteri nel loro luogo di nidificazione, pinguini delle Galapagos e il “Re” dei predatori dell’arcipelago: il falco delle Galapagos. Le formazioni di lava “Pao-hoe-hoe” e “AA” coprono la maggior parte del terreno. La vegetazione sull’isola è scarsa, ma possiamo trovare il cactus Brachycereus e ampie zone lungo la costa ricoperte da mangrovie.

Difficoltà: media

Tipo di terreno: roccioso

Durata: 2 ore di camminata / 1 ora di snorkeling

PM – Punta Vicente Roca (Isabela)

Punto Vicente è un promontorio con due insenature turchesi protette su entrambi i lati dei resti di un cono di tufo. Uno di loro, il Canale di Bolivar (uno dei più ricchi ecosistemi marini di tutto il mondo) è accessibile dal mare da passaggi idrici sotterranei; si tratta di un luogo eccellente per l’immersione in acque profonde. In questa parte delle isole Galapagos, il flusso delle correnti d’acqua fredda proveniente da Ovest, offre un abbondante approvvigionamento di cibo per molte specie marine come pesci pipistrello dalle labbra rosse, cavallucci marini, pesci rana e polpi; il pesce sole e il pesce luna sono stati avvistati anche in prossimità delle pareti di roccia.

È piuttosto comune vedere gruppi di delfini, leoni marini e tonni che vengono a cibarsi in queste acque. Le formazioni geologiche sono davvero impressionanti: una scogliera offre l’ambiente ideale per un giro in barca lungo la costa, dove si può vedere una grande varietà di uccelli marini e uccelli costieri, come ad esempio: sule, pellicani marroni, pinguini, cormorani delle Galapagos.

Difficolta: intermedio

Tipo di terreno: ripido

Durata: 1 ora di snorkeling e 1 ora di canoa

PENSIONE COMPLETA

 

25/03/19 -  8° giorno – lunedì – Galapagos/Quito

AM– Highlands – Riserva Tartarughe (Santa Cruz)

Sbarco asciutto. Percorso di 45 minuti in macchina ci porterà sulla parte alta dell’isola di Santa Cruz, che si trova a nord-ovest di Puerto Ayora, dove si trova una riserva naturale di tartarughe giganti. Questi enormi rettili che troverete lungo il percorso boscoso possono pesare tra i 250 ei 300 kg e possono vivere fino a 150-200 anni. L’esperienza di avvicinarsi tanto a loro, nel loro ambiente è senza dubbio un’avventura indimenticabile. Lungo questo percorso si potranno ammirare i contrasti dell’isola grazie alla varietà che offre questo ecosistema unico al mondo. Si potranno osservare diverse specie di uccelli tra cui fringuelli di terra e di albero e uccelli pigliamosche.

Difficoltà: facile

Tipo di terreno: pianeggiante, a volte fangoso (a seconda delle piogge)

Durata: 45 minuti in bus / 1 ore e 30 minuti di camminata.

Al termine della visita, trasferimento in aeroporto di Baltra per il volo per Quito. Trasferimento in hotel, cena e pernottamento.

***L’IINERARIO DELLA CROCIERA POTREBBE SUBIRE VARIAZIONI IN BASE ALLE DIRETTIVE DELL’ENTE PARCO.

 

26/03/19 – 9° giorno – martedì - Quito/Cotopaxi/Riobamba                                                    

Prima colazione. Partenza da Quito lungo la celebre Avenida de los Volcanes, il tratto di Panamericana che fu così battezzata dall’esploratore tedesco Alexander Von Humbolt nel 1812, per via delle impressionanti cime che ne caratterizzano il panorama. Sosta presso il Parco Nazionale Cotopaxi, un santuario ecologico che si sviluppa su un’estensione di 36.000 ettari e che deve il nome all’imponente vulcano che lo domina. Visita del Centro di interpretazione e possibilità di avvistare animali in libertà. Pranzo in locale caratteristico e proseguimento per Riobamba. Sistemazione in Hotel, cena e pernottamento.

 

27/03/19 10° giorno – mercoledì - Riobamba/Nariz del Diablo /Cuenca                            

Dopo la prima colazione, si lascia Riobamba in direzione sud, e dopo aver percorso un tratto molto suggestivo, arrivo alla stazione di Alausi, piccolo villaggio piacevole e particolare grazie al rilievo movimentato. La vita del villaggio ruota intorno a questa stazione ed al commercio tra la Costa e la Sierra. Si potrà ammirare la linea ferroviaria che, a causa della forte pendenza della montagna, è stata costruita con ingegnosi accorgimenti. Pranzo in ristorante e proseguimento in bus con sosta presso le rovine dell’antica fortezza Inca di Ingapirca, principale testimonianza Inca del Paese. Arrivo a Cuenca, sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

 

28/03/19– 11° giorno – giovedi -  Cuenca/Guayaquil                                                    

Prima colazione. Visita della città di Cuenca, terza città dell’Ecuador, da molti considerata la sua capitale artistica e culturale, anche per il suo caratteristico centro storico di stile coloniale, dichiarato Patrimonio Culturale dell’Umanità dall’Unesco. La visita si snoda attraverso i suoi luoghi più rappresentativi fino al centro di produzione dei cappelli Panama, di cui Cuenca è la capitale mondiale. Pranzo in ristorante locale. Partenza per uno spettacolare viaggio via terra che in 4 ore circa, attraversando il magnifico Parco Nazionale Cajas, scende dagli oltre 4.000 mt del paràmo andino fino alla costa tropicale, con un costante e suggestivo cambio di paesaggi, attraverso piantagioni di palme africane, banana e cacao, fino a raggiungere la zona pianeggiante dove si trovano le risaie che annunciano la prossimità con la città di Guayaquil. Sistemazione in hotel, cena e pernottamento

 

29/03/19 -  12° giorno – venerdì – Guayaquil/Italia

Prima colazione. Mattinata libera. Nel pomeriggio trasferimento in aeroporto e partenza per Amsterdam. KL 753   Guayaquil-Amsterdam   2005 1330. Pasti e pernottamento a bordo. 

 

30/03/19 – 13° giorno – sabato-   Italia

Arrivo ad Amsterdam, proseguimento per Bologna KL1591 Amsterdam-Bologna 1500 1645 e rientro definitivo.

 

Indirizzo

Via San Matteo, 37
57121 Livorno

Contatti

Email: info@vegablu.com
Tel.: +39 (0586) 423.637

Link Utile

VIAGGIARE SICURI